Il Business model YOU è un metodo innovativo per progettare un piano personale di sviluppo basato sul Business Model Canvas. Il Business Model Canvas è un vero e proprio foglio di lavoro a sua volta basato sulla logica del visual thinking che permette di formulare un piano di crescita e sviluppo per aziende di qualsiasi tipo.

Nel Business Model YOU tu sei l’azienda ed è il tuo futuro e la tua carriera ciò che si va a delineare .

Ti raccontiamo qui di seguito come è stato usato il Business Model YOU con i alcuni clienti e come ne hanno tratto beneficio. I nomi reali sono stati sostituiti da nomi di fantasia ma le professioni e le problematiche affrontate sono reali:

1. La traduttrice vincente – Sei più di quello che fai

Mika è una ragazza solare che lavora a tempo pieno come traduttrice dal giapponese. Tra i suoi Clienti più importanti ci sono alcuni studi legali.

Mika ha frequentato un laboratorio sul Modello Personale di Business per Liberi Professionisti ma ha avuto difficoltà a definire esattamente quale Valore apportava ai suoi Clienti con il suo lavoro.

Nella casella del blocco “Valore Offerto”, infatti, Mika aveva scritto “Tradurre documenti legali dal giapponese”. Ma questo è quello che faceva, rappresenta le sue Attività Chiave, non il Valore offerto.

A volte basta formulare una domanda in modo diverso per vedere le cose da un altro punto di vista. Così, alla domanda del facilitatore “Qual è il risultato che gli studi legali vogliono ottenere quando chiedono il tuo aiuto?” Mika, ci ha pensato un momento, poi ha risposto: “Li aiuto a vincere le cause”.

Il facilitatore le ha suggerito allora un modo efficace e accattivante per comunicare il suo Valore Offerto: “Creare documenti legali professionali e convincenti che servono a vincere cause milionarie”. Mika è stata più che soddisfatta della nuova definizione del suo lavoro “Per me è un nuovo modo di ragionare. Cercavo un modo di ripensare il mio lavoro e grazie al Business Model You l’ho trovato”. (Caso reale ispirato a Case History su Business Model You, Hoepli)

Cos’è il Valore Offerto in un Business Model YOU?

Quando rifletti sul tuo lavoro e vuoi trovare un modo nuovo per venderti sul mercato, l’elemento più importante da cui partire per ripensare la tua carriera è il Valore che offri ai tuoi clienti, ovvero in che modo li aiuti a ottenere il risultato che vogliono. Crei Valore quando aiuti i tuoi Clienti a fare una di queste 3 cose:
1. Ottenere un risultato
2. Soddisfare un bisogno
3. Risolvere un problema

Innanzitutto prova a chiederti: “Cosa vuole il cliente da me? Perché mi ha assunto? Quali vantaggi ottiene il cliente dal lavoro che io ho svolto?”

Il vero segreto professionale sta in quello che scambi, non solo in termini pratici, ma anche sul piano emotivo e psicologico. Un concetto fondamentale da chiarire, infatti, è che il tuo Valore non coincide con le Attività che svolgi. Immagina il tuo Valore come un insieme di benefici che i tuoi Clienti ottengono dai prodotti o servizi che metti loro a disposizione.

Tutti possiamo cambiare l’olio della nostra auto da soli, ma altra cosa sono i vantaggi che ti assicuri lasciandolo fare a dei professionisti: auto che funziona, niente sporcizia, niente fastidi, velocità, ulteriori controlli, ecc…

Il Valore Offerto è il motivo che spinge i clienti a pagarti e anche se li vedi solo come dei bancomat, ti serve comunque una carta e un pin perché ti diano soldi. La carta sono le tue Attività. Il pin è il tuo Valore. Allora, tu cosa offri in cambio?

____________________________________________________________

Il Formatore di sala – Quel che fai è la naturale evoluzione di quel che sei

Circa un anno fa, Carlo si è iscritto ad una delle edizioni del nostro laboratorio Disegna la tua carriera.

Carlo ha 43 anni a lavora da sempre nella ristorazione. Partito come, parole sue, “semplice cameriere timido, goffo e impacciato” ha imparato il mestiere facendo tanta gavetta in alcuni dei migliori ristoranti di Roma. Dopo più di 20 anni di carriera, Carlo è diventato un professionista eccellente fino a ricoprire il ruolo di Direttore di Sala in un ristorante gourmet molto famoso.

Carlo amava e ama alla follia il suo lavoro e il locale andava più che bene, per questo all’inizio non era chiaro perché fosse lì per ridisegnare il suo futuro professionale.

Durante la compilazione del canvas, Carlo ci ha detto che la sua insoddisfazione è iniziata quando ha cominciato ad accorgersi del livello di professionalità sempre più basso dei giovani che entrano a lavorare nel mondo della ristorazione. Avrebbe voluto fare di più dall’alto del suo ruolo, avere più tempo per insegnare il mestiere ai giovani, per mostrare loro come gestire il cliente, per trasmettere la sua etica e professionalità, ma il lavoro operativo da svolgere era tanto e non riusciva a fare entrambe le cose. Farlo durante le pause o addirittura durante il servizio non era sufficiente e avrebbe voluto fare qualcosa che gli desse soddisfazione e allo stesso tempo servisse agli altri.

L’elemento su cui Carlo ha riflettuto di più è stato quindi quello delle Attività Chiave che eseguiva e che aveva capito di voler cambiare in qualche modo, sfruttando di più altre attività che già svolgeva in modo non ufficiale. Carlo però non voleva assolutamente cambiare lavoro.

Dopo aver lavorato sul suo Modello di Business Personale, Carlo ci ha chiesto aiuto per capire come avrebbe potuto proporre un nuovo ruolo per sé (e il progetto in cui questo era inserito) al suo datore di lavoro. Da poco meno di un anno, Carlo ha ridotto le sue di lavoro come Direttore di sala e per la maggior parte del suo tempo tiene corsi di formazione e di aggiornamento al personale di sala del ristorante in cui lavora e in altri ristoranti della Capitale.

Cosa sono le Attività Chiave in un Business Model YOU?

Le Attività Chiave sono le attività fisiche o intellettuali che svolgi per i tuoi Clienti e che definiscono in modo specifico la tua professione. Per identificarle, rifletti su quelle azioni e attività fondamentali che determinano il tuo lavoro, tutte quelle cose che devi fare quotidianamente.

Nel caso di Carlo, il suo Cliente era il suo datore di lavoro, per il quale organizzava e coordinava tutte le operazioni di sala. Di fronte alla proposta di Carlo di svolgere nuove attività, il datore di lavoro ha capito l’enorme vantaggio che il suo business ne avrebbe tratto, aumentadogli anche lo stipendio per il suo nuovo Valore Offerto. Le Attività Chiave sono le “cose da fare” per scambiare il proprio Valore.

Capire quali sono le Attività fondamentali su cui si basa il proprio lavoro può fornire una prospettiva nuova e aprire le porta a nuove idee e nuovi sbocchi professionali. Se stai pensando a nuove Attività Chiave per la tua professione, devi analizzare attentamente le Risorse Chiave, interne ed esterne, tangibili e intangibili, di cui hai bisogno per eseguirle e capire come potresti procurartele.

Nella compilazione del Business Model YOU, stilare l’elenco delle attività specifiche che si svolgono è un ottimo modo per rendersi conto anche di cosa ci dà più o meno soddisfazione alla fine della giornata, cosa ci piace fare di più o di meno e di cosa è veramente importante per portare avanti il lavoro. E migliorare di molto la tua produttività e gestione del tempo!

_____________________________________________________________

La fotografa di storie – Tutti vogliono ricordi

Irene non riusciva proprio a capire in che modo l’elaborazione di un Modello di Business Personale potesse aiutarla a far crescere la sua attività. In particolare, non riusciva a pensare ad un tipo di Clienti diversi da quelli a cui già si rivolgeva. Irene era, ed è, una fotografa di matrimoni, ma ormai non più solo quello.

Durante la compilazione del suo canvas, Irene continuava a ripetere che lei era molto brava nel fare servizi fotografici per i matrimoni, che le piaceva e che probabilmente doveva ragionare di più sui Canali con cui raggiungere Clienti nuovi invece di pensare a nuovi Clienti a cui rivolgersi.

Mentre rifletteva su quale era il suo Valore Offerto, il facilitatore le ha fatto una domanda: “Perché per le persone sono così importanti le foto del giorno del loro matrimonio?”. Irene ha risposto rapidamente “Perché vogliono guardarle per ricordare momenti felici e per raccontare quella giornata”. “Quindi racconti storie con le fotografie” ha osservato il facilitatore.

L’espressione “racconti storie con le fotografie” è rimasta nella testa di Irene e l’ha aiutata a rendersi conto che al mondo esistono tanti tipi diversi di storie che possono essere raccontate attraverso le fotografie. E che esiste un tipo di Cliente diverso per ogni tipo di storia.

Irene ha terminato la compilazione del suo canvas, inserendo nel blocco Clienti anche le voci Aziende – Associazioni – Associazioni sportive.
(Caso reale ispirato a Case History su Business Model You, Hoepli)

Chi sono i Clienti in un Business Model YOU?

I Clienti sono le persone a cui il tuo lavoro è utile, sono coloro che ti pagano direttamente o indirettamente (anche a costo zero o che sono sovvenzionati dai altri Clienti paganti) per il servizio o prodotto che offri loro. Se sei un dipendente di un’organizzazione e non sei a diretto contatto con la clientela, hai per lo più dei cosiddetti Clienti Interni: tutte le persone all’interno della tua organizzazione che dipendono dal tuo lavoro per poter svolgere il loro.

Ad esempio, se fai parte di un team di assistenza tecnica o informatica sai bene cosa significa avere dei clienti interni! Così come il collega dell’ufficio affianco che elabora ogni settimana un report in base ai dati che tu gli devi fornire. Anche il tuo Capo è un tuo Cliente che ha bisogno del tuo aiuto per raggiungere i suoi obiettivi e che autorizzerà l’azienda a pagarti per le tue prestazioni.

Prova quindi a scrivere tutti i Clienti, attuali e potenziali, ai quali è utile quello che fai. Una cosa molto importante su cui pochi professionisti ragionano è il fatto che Clienti diversi potrebbero richiedere diversi Valori Offerti, Canali o tipi di Relazioni.

In fine, prova a pensare in grande. Il tuo lavoro e i risultati che produci potrebbero essere utili in qualche modo a gruppi più ampi di persone, come un quartiere, una comunità o un sistema sociale? Ti lascio con una domanda su cui riflettere: se tu gestissi un asilo nido, chi sarebbero i tuoi Clienti?

___________________________________________________________

Il venditore di esperienze – La tua nuova vita parte da te

Valerio è riuscito laddove tutti vorremmo riuscire: ha trasformato la sua più grande passione nel suo lavoro. Valerio ha deciso di intraprendere un percorso di orientamento professionale quando ha capito che l’azienda per cui lavorava lo stava per licenziare. Lavorava come venditore di automobili e, sebbene fosse bravo e amasse la vendita, voleva provare a cambiare settore.

Valerio ha visto la necessità di cambiare lavoro come un’opportunità per mettersi alla prova in altro, ma non aveva mai pensato di fare ciò a cui il percorso di consulenza fatto insieme lo avrebbe portato. Ricordo bene l’incontro di orientamento durante il quale Valerio si è trovato ad analizzare l’elemento delle Risorse Chiave per la costruzione del suo Personale Modello di Business.

L’esperienza decennale come venditore ha reso Valerio un professionista con un fortissimo Orientamento al cliente ed una radicata Cultura del Servizio. Inoltre, gli piace stare in compagnia e, parole sue, “godersi i piaceri della vita”. Più di qualunque altra cosa, infatti, Valerio ama cucinare e questa passione è stata la principale Risorsa Chiave su cui abbiamo ri-disegnato la sua carriera.

Senza pensarci troppo, si è iscritto ad un corso di cucina professionalizzante e in pochi mesi ha preso tutti gli attestati e le certificazioni necessarie per diventare ufficialmente uno Chef. Nel caso di Valerio, un’altra Risorsa già a sua disposizione ha giocato un ruolo determinante: la sua casa con un grande giardino con vista panoramica sul centro di Roma.

Da circa 6 mesi, Valerio ha avviato il suo nuovo business: mette a disposizione di gruppi di persone, turisti stranieri e non, il suo giardino e il suo talento culinario per passare una serata rilassante, piacevole e (come si dice a Roma!) godereccia in una location intima e calda, realizzando così l’aspettativa di qualunque cliente… sentirsi a casa sua!

Cosa sono le Risorse Chiave in un Modello Personale di Business?

Quando si costruisce un Modello di Business per un’impresa, si considerano Risorse umane, finanziarie, materiali e intellettuali.

Nel caso di un Modello Personale, invece, gli individui hanno “risorse limitate”: ognuno deve fare affidamento prima di tutto su se stesso. L’elemento Risorse Chiave definisce diversi aspetti della persona che possono diventare strategici per la sua futura professione:

  1. interessi personali e valori individuali
  2. attitudini e talenti
  3. capacità e competenze
  4. la propria personalità
  5. la propria identità professionale
  6. conoscenze ed esperienze
  7. contatti personali e professionali
  8.  risorse tangibili e intangibili

Gli interessi, cioè le cose che ci piacciono e ci entusiasmano, sono spesso la risorsa più preziosa perchè determinano in gran parte il grado di soddisfazione professionale. Valerio amava cucinare, mangiare in compagnia e condividere i piaceri della vita con gli altri.

Le attitudini e i talenti innati sono quelle cose facciamo facilmente e che ci riescono benissimo senza sforzo. Ad esempio: la predisposizione per i lavori manuali, l’intuito nel programmare un pc, il parlare in pubblico, l’analisi di dati complessi. Valerio aveva sempre avuto un’attitudine incredibile per la cucina e l’intrattenimento.

Le capacità e le competenze sono invece talenti appresi, acquisiti: cose che si imparano con lo studio e la pratica. Ad esempio: fare l’infermiere, il programmatore informatico, il costruttore di case, il commercialista.

Attenzione! Capacità e competenze non coincidono sempre e solo con gli studi o il lavoro svolto fino a quel momento.

Se ti piace lavorare il legno, allora hai anche le competenze di un falegname! Valerio è un esempio perfetto di questo. Aveva però bisogno che le sue competenze culinarie fossero certificate per poter avviare un business nel settore e così ha frequentato un corso in una scuola di cucina professionale.

La personalità completa il quadro di Chi e Cosa sei e la identifichiamo, in modo semplice, con gli aggettivi che sentiamo che ci descrivono meglio, con i nostri pregi e i nostri difetti.

Naturalmente, per descrivere chi sei non bastano solo questi aspetti, ma contano anche i valori, il senso dell’umorismo, il livello di istruzione, gli obiettivi di vita e molte altre cose.

Le risorse tangibili e intangibili rientrano in ciò che si possiede. Avere una bellissima casa con un giardino meraviglioso in una zona centrale della città è stato determinante per Valerio.

In un Modello di Business Personale per la ri-definizione della propria carriera, quindi, le Risorse Chiave sono costituite da Chi sei e da Cosa hai e come piace dire a noi di GoodStart:

“Non tutto dipende da te, ma tutto parte da te”

Vuoi saperne di più? Vuoi capire te stesso e sfruttare al meglio le tue capacità? Partecipa al nostro Webinar! Guarda tutte le date