Mai sentito parlare di Business Model? Dovresti, soprattutto se sei un neo-imprenditore, un libero professionista o sogni di avviare un’impresa e di metterti in proprio. Il modello di business è il pilastro che sostiene ogni attività imprenditoriale e che le permette di crescere, ampliare e svilupparsi.

Il business model è uno strumento concettuale che definisce chi sei, cosa fai, come lo fai e per chi lo fai. In altre parole è un piano strategico di avvio all’impresa che comprende tutte le soluzioni organizzative e strategiche grazie alle quali un’impresa porta avanti il proprio business e acquisisce vantaggio competitivo nel mercato.

Nello specifico:

  • Serve per delineare tutti i processi e le strategie messi in campo dall’azienda per convertire l’innovazione in valore, definendo anche il proprio vantaggio competitivo.
  • Pianifica un’organizzazione interna del lavoro per renderla fluida ed efficiente, favorendo la comunicazione fra le parti e lo sviluppo dell’innovazione.
  • Individua tutti i possibili partner dell’azienda nonché i potenziali clienti e stabilisce un piano di comunicazione per stringere rapporti di collaborazione e favorire l’interazione tra le parti.
  • Definisce una strategia continuativa per analizzare tutti i risultati ottenuti in riferimento al modello di business scelto e ai propri competitor, e gli strumenti usati per portare avanti questa analisi.
    business-model-esempio

Tutti i passaggi sopra elencati sono fondamentali per la definizione del progetto di impresa. Chiunque voglia avviare una propria attività deve tener conto del mercato di riferimento e dei competitor e dunque predisporre un piano strategico per definire i vantaggi competitivi, l’innovazione del prodotto, il target dei clienti e la strategia di comunicazione, sia interna che esterna all’azienda.

Perché creare un Business Model

Lo scopo principale di questo modello di pianificazione è quello di creare, distribuire e raccogliere “valore”.

Un’azienda crea valore quando:

  • Risolve un problema attraverso un nuovo prodotto e un nuovo servizio;
  • Soddisfa i desideri dei clienti consentendogli di accedere facilmente alla porzione di valore creata;
  • Crea qualcosa di importante, a prescindere da quanto sia difficile.

Un buon business model tiene conto non solo della pianificazione strategica ma anche del modo in cui la comunica all’esterno.

A che serve un buon prodotto se nessuno sa che esiste?

Ricordati sempre che la comunicazione aziendale deve essere “personalizzata”. Devi saper “vestire” il tuo piano comunicativo con l’abito più adatto all’occasione, all’interlocutore e alla location!

Una qualità elevata di prodotto o servizio a fronte di un costo finale accessibile, per esempio, è un buon modo per aumentare la percezione del valore.

La maggior parte delle neo-aziende non va oltre il primo anno di vita proprio perché non ha previsto alcun tipo di business model. Senza una strategia di azione, un’analisi di mercato, un piano di comunicazione e un prodotto innovativo è molto difficile emergere e farsi conoscere.

Bisogna prevedere ogni cosa, o almeno provarci: imprevisti, attacchi da parte dei competitor, evoluzioni prodotto e cambiamenti strategici dell’offerta, del prezzo e del pubblico.

Tutto può succedere quindi devi essere preparato a tutto!

Creare o innovare?

Creare un business model è una delle prime azioni da compiere per fare impresa. Se avviare un’attività il tuo progetto non puoi prescindere da questo tipo di analisi.

E se l’impresa è già avviata? Tranquillo, non è mai troppo tardi per migliorarsi! Un intervento tardivo è sempre e comunque preferibile al non-intervento.

C’è sempre tempo per cambiare, evolvere e ridefinire la propria strategia.

Hai bisogno di un supporto strategico per definire il tuo modello di business? Vuoi saperne di più sul metodo di creazione del valore?

Dà un’occhiata al nostro webinar on demand: Costruisci la tua offerta di valore 

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci subito!