Non serve essere esperti di programmi di grafica per creare materiale visivo accattivante. Con questo articolo, imparerai alcuni principi base di Visual Design per creare corsi online potenti e coinvolgenti.

1. Non aver paure degli spazi vuoti



creare corsi onlineTroppo contenuto in una slide crea confusione e caos. Quando progetti il layout, cioè la distribuzione spaziale degli elementi grafici e testuali nella slide, ricorda che gli spazi vuoti possono aiutarti ad evidenziare le informazioni importanti. Se pensi che riempire la tua pagina con testo, immagini e grafiche ti aiuterà a creare un visual design efficace per i tuoi corsi ti sbagli. Troppe informazioni infatti distraggono da quelle di maggior valore. I contenuti secondari, di approfondimento o specificazione non vanno inseriti nella slide, ma possono e devono essere detti a voce.

Componi quindi slide con poco testo, in modo tale che chi legge possa acquisire informazioni senza essere travolti da un’abbondanza di concetti simultaneamente. Usa elenchi puntati per dividere in blocchi le aree di testo o evidenziare concetti chiave usando il grassetto o il corsivo. Evidenzia un concetto, una domanda o un’immagine posizionandola da sola nello schermo.

2. Fai attenzione ai colori e ai font


La scelta dei colori corretti e del font adeguato è fondamentale per stimolare emozioni e trasferire molto più dei concetti, poiché entrambi sono parti importanti di una strategia di visual design. Ti consiglio di usare prevalentemente fondi chiari che stancano meno l’occhio di chi guarda, ma capisco la forza attrattiva di colori scuri o brillanti che puoi usare ma con parsimonia e nel modo giusto. Evita contrasti fastidiosi tra colori (rosso-verde, rosso-blu, rosso-viola, verde-blu). Cerca di usare sempre la palette di colori aziendali, in modo da fortificare il brand, e comunque non usare mai più di 3 colori + il bianco. I colori sono utili per evidenziare parole importanti all’interno di una frase.

Per quanto riguarda il font questo gioca un ruolo importante nell’efficacia di una presentazione. Hai mai sentito parlare di tono di un testo scritto? Il tono è dato prevalentemente dal significato delle parole scelte, ma nella comunicazione visiva conta moltissimo lo stile. Il font che si è scelto di utilizzare e non è solo una questione di bellezza.

font visual designSi parla infatti di personalità di un font (che guarda caso in italiano chiamiamo carattere) per intendere il fatto che la tipologia di font utilizzato, evoca in chi legge delle precise percezioni ed emozioni. Ad esempio, il grassetto serve ad evidenziare l’importanza di una parola ma se usato in modo eccessivo trasmette una sensazione di urlo. Font eleganti possono fornire una sensazione di sofisticato e rilassante, mentre i caratteri moderni possono dare un’idea di professionalità.

3. Scegli l’immagine giusta

psicologia del designForse non lo sai, ma il cervello umano pensa per immagini. Per questo è molto importante scegliere le parole giuste quando parliamo e le immagini giuste per la tua presentazione. Le immagini raccontano storie, semplificano concetti, amplificano emozioni, aggiungono significato, ispirano, arrivano dove non arrivano le parole. Ogni volta che puoi usa immagini reali e con volti umani perché favoriscono l’immedesimazione in chi guarda. Evita Clipart, per favore! Puoi usarle per creare connessioni e metafore, per mostrare sequenze e cambiamenti nel tempo. Non fermarti alla prima immagine che trovi, ma spendi molto tempo finchè non trovi quella perfetta.

scegliere le immagini in base al visual design

Per materiale grafico per un corso intendiamo anche elementi grafici come le icone. Le icone sono schemi grafici semplificati che facilitano il nostro cervello nell’elaborazione delle informazioni. Le icone sono un elemento grafico utile ed efficace per sostituire i noiosi punti elenco. Fai particolare attenzione ad usare icone dello stesso tipo nella tua presentazione. La coerenza grafica è importantissima per l’efficacia finale. Una presentazione non è un documento ma un evento che di cui facciamo esperienza.

4. Utilizza il potenziale della gerarchia visiva

gerarchia visivaLa gerarchia visiva è un principio importante nel design. Nel creare il materiale grafico per video lezioni, il contenuto deve essere ben organizzato nel layout di ciascuna slide. La gerarchia visiva è il principio in base al quale il contenuto viene organizzato secondo un ordine di importanza. L’importanza di un concetto può essere evidenziata tramite la posizione e la grandezza dell’elemento grafico che lo esprime.

Bisogna considerare le sottigliezze della composizione, inclusa la scelta di colore, dimensione, contrasto, direzione, posizione, tipo e soprattutto cosa includere ed escludere da un layout. Il contenuto che appare per primo sarà visto come quello più importante nella mente degli allievi. In questo modo, concetti chiave e idee, domande che vuoi evidenziare ed ogni altra informazione essenziale, dovrebbero essere posizionate nella parte alta dello schermo, e dovrebbe essere pensate per stare al di fuori del resto dei contenuti e delle immagini. Usa bordi attorno o usa un font personalizzato per differenziarlo dalle altre informazioni.

5. Progetta sempre in base al visual (neuro)design

Con design si intende il processo di ideazione e progettazione di oggetti, secondo forme esteticamente valide in rapporto alla funzionalità dell’oggetto. Fare design significa quindi creare un oggetto che sia piacevole da guardare o da toccare e al tempo stesso utilizzabile ed efficace nel suo scopo. La prima componente fondamentale del design è la progettazione, ovvero la fase iniziale in cui si pensa a come rendere realizzabile e concreta un’idea. La seconda componente fondamentale è il significato. Il design infatti è anche comunicazione e ogni elemento veicola un messaggio, esprime un concetto o suscita un’emozione.

neurodesign per fare le slideNegli anni si è cercato di capire perché alcune forme estetiche hanno maggior effetto di altre sul cervello umano. Nasce così il neurodesign, ovvero quella branca di studi che analizza quegli aspetti del design e dello sviluppo di oggetti, ambienti e servizi che il nostro sistema nervoso centrale identifica come più piacevoli e adeguati, in una parola più attraenti. Ma perché applicare i principi del neurodesign alla creazione di presentazioni? Perché se vuoi attirare l’attenzione di chi ti ascolta, allora devi creare del materiale visivo che sia piacevole per il cervello umano e al tempo stesso favorisca la trasmissione e la comprensione dei concetti. Il design è portatore di significato, per cui utilizzarlo in modo appropriato consente di comunicare in modo intenzionale ed efficace.

Ogni elemento corrisponde ad una precisa esigenza comunicativa, basta quindi inserire elementi grafici a caso nelle tue presentazioni. È ora di fare design, non decorazione. Costruire le slides in base al neurodesign significa rendere più facile e veloce la comprensione di ciò che dici da parte del tuo pubblico, che lo ricorderà sicuramente meglio e più a lungo e ogni tua affermazione sarà molto più convincente e persuasiva.

Vuoi saperne di più e apprendere le basi per preparare presentazioni d’impatto in base ai principi neurodesign?  VAI AL NOSTRO CORSO

VAI AL CORSO